Thursday, June 12, 2008

Pingyao


Perhaps the most pretty and characteristic chinese ancient town is Pingyao. It is quite small but the city walls and most of the architecture is uniquely preserved, which recently makes it a very popular target for tourists. The locals are surely used to westerners and never miss a chance to try to get you into their restaurant, pedicab, guesthouse or even just to say "ha-looooo". We stayed in one of the beautifully restored qing-style house with two courtyards and 20 rooms and, most importantly, wifi! The main streets are dotted with red lanterns and are very nicely restored and safe from western chain shops. In the distance, at night, you can see walls and towers lined with bright yellow lights. In the lesser streets there is no public lighting and they look abandoned for a long time.

Plenty of little puppies are all over the town, but we could make out hardly any adult dogs. We asked the reason to our host and he said that in the winter they occasionally eat dog, a very warming meat according to him. It was also according to him that cupping (a traditional way of curing pains and colds) would have eased my light sore throat. Cupping consists of applying glass cups on the affected parts and to suck the air out. The result is like a massive lovebyte. Me and Suzie committed the mistake of believing him and suffered an excruciatingly painful hour of such treatment. The result was a back that looked like a pizza with salami and not being able to sleep on our back. Plus, the next day we got flu, stomachache and cold. Next time we'll go for aspirine!

Forse la piu' bella e caratteristica cittadina antica Cinese, e' Pingyao. E' abbastanza piccola ma le mura cittadine e la maggior parte degli edifici si sono conservati molto bene, il che la rende ultimamente una meta gettonata del turismo occidentale. I cittadini di certo si sono abituati agli stranieri e non mancano mai un'occasione per cercare di infilarti nel loro ristorante, taxi, albergo o anche solo per sorridere e dire "ha-looooooo". Siamo stati in una delle ville magnificamente restaurate dalla dinastia Qing. Aveva 20 stanze, due cortili e, importantissimo, wifi!

Le strade principali sono punteggiate di lanterne rosse e molto ben preservate al sicuro dalle catene di negozi occidentali. Da lontano, di notte, si possono vedere mura e torri contornate da lucine gialle. Nelle strade minori non c'e' illuminazione pubblica e sembrano per lo piu abbandonate di notte.

Ci sono una moltitudine di cuccioli di cane in tutta la citta', ma abbiamo potuto vedere ben pochi esemplari adulti. Temendo di sapere la risposta, abbiamo chiesto come mai al nostro padrone di casa, e lui ha detto che d'inverno li si mangiavano ogni tanto i cani, per le occasioni speciali. La carne di cane sembra avere un sapore molto "calorifero" per cui non va bene d'estate.
Sempre secondo lui, il mio leggero mal di gola sarebbe passato all'istante con una terapia di tazze cinesi, un modo tradizionale per guarire dolori e raffreddori. Questa tecnica consiste nell'applicare tazze speciali di vetro sulle parti doloranti e succhiare via l'aria. Il risultato e' un gigantesco succhiotto. Io e Suzie abbiamo commesso l'errore di credere al nostro padrone di casa ed abbiamo sofferto un'ora di dolorosa terapia. Il risultato e' una schiena che sembra una quattro stagioni, e non riuscire a dormire sulla schiena per due giorni. Per di piu', il giorno successivo ci siam presi influenza, mal di pancia e raffreddore. Prossima volta andiam di aspirina!
Post a Comment